AUSILTEC - Verifica e Progetto dell'impianto elettrico, Sicurezza Elettrica, Prevenzione Incendi, Consulenza e Perizia Tecnica Elettrica, Adeguamento impianto elettrico - perito industriale Claudio Berti - Venezia centro storico


Vai ai contenuti

Brevetti e marchi

Il brevetto tutela la proprietà intellettuale rivolta alla produzione industriale.
Ognuno ha titolo per trascrivere e/o depositare il proprio brevetto; è sufficiente saperlo fare, leggendo le istruzioni ministeriali, scrivendo e disegnando con dovizia di spiegazioni e particolari.
"Far cose nuove" significa puntare su passione, inventiva, risorse economiche e tempo, lungimiranza, credibilità; ecco perché la necessità di tutelare la fatica non è cupidigia, bensì diventa il bisogno di difendere la propria credibilità e spesso scaturisce dal riscontro che l'assenza di creatività contraddistingue chi solitamente copia.

Alcune buone idee sono state la "disperazione" dell'inventore, solo perché le ha diffuse prima del tempo, o confidate a persone inadatte, o commercializzate senza rivendicarne il diritto di "proprietà intellettuale" per la "produzione industriale", perdendone così l'esclusiva.

Se l' "inventore" non è un "produttore", il
brevetto consente di rivendicare la titolarità dell'innovazione e di proporre la produzione a terzi. Talvolta le nuove tecniche, sebbene funzionanti, si dimostrano produttivamente onerose e/o difficilmente commerciabili, magari anticipano troppo i tempi (capita che il brevetto si dimostri solo una spesa).

Eterogenei progetti di sviluppo industriale

Anno

tipo

N° e tema

1994

A*

1268651 - elettroacustica

1999

A

1322497 - depurazione fumi e recupero energia

2001

A*

1330901 - elettronautica

2002

A

1333859 - carena scafo

2003

A

1346242 - controllo assetto

2003

A*

1346271 - moto ondoso

2005

C

VE2005C47 - ONDARAIL

2006

A*

1372164 - barriera idrodin.

2007

A*

1380948 - soletta sci

2010

A*

VE2010A56 - sicurezza FV

2012

U

VE2012U30 - pontile mod.

2014

A*

VE2014A49 -ricupero calore

Tre sono i livelli per valenza e specificità:
A - "brevetto di invenzione" quando il trovato è inesistente;
U -"modello di utilità industriale" se il trovato offre innovazione a qualcosa di esistente; ha giurisdizione italiana;
M - "modello ornamentale" quando ci sono particolari caratteristiche estetiche.
Sul sito dell'Ufficio Italiano Brevetti e Marchi (UIBM) ci sono gli stampati e le istruzioni di deposito del plico brevettuale; può essere inviato all'UIBM o depositato in Camera di Commercio (che assiste anche le controversie in materia) o inviato con protocollo telematico. Per l'invenzione, le Rivendicazioni vanno tradotte in inglese per l'invio all'ufficio brevetti europeo (EPO) che esegue la ricerca di anteriorità.



Ausilio Tecnico per la redazione del brevetto

  • assistenza tecnica per descrizioni e disegni (tavole)
  • consulenza specialistica, elettronica ed elettrotecnica.

DOMANDE


Torna ai contenuti | Torna al menu