AUSILTEC - Verifica e Progetto dell'impianto elettrico, Sicurezza Elettrica, Prevenzione Incendi, Consulenza e Perizia Tecnica Elettrica, Adeguamento impianto elettrico - perito industriale Claudio Berti - Venezia centro storico


Vai ai contenuti

Centrale termica

Il progetto elettrico in centrale termica è obbligatorio ? SEMPRE !

E' un luogo a Maggior Rischio, a normativa specifica del CEI.
Per la verifica, si applicano le norme vigenti alla data di realizzazione. Le modifiche ad impianti elettrici, siti in in locali esistenti ma caratterizzati da scarsa ventilazione e/o provvisti di impianti gas inadeguati, devono essere “antideflagranti” (logo
EX).
Per ridurre il livello di pericolosità del locale (ed ammettere un grado EX meno restrittivo), si può aumentare la
ventilazione, o intervenire sulla sicurezza degli impianti di adduzione e delle rampe gas.
Considerazioni simili si applicano anche ai locali per forni da pane e altre attività artigianali (es.
fonderie e fornaci per il vetro).

RISCHIO "INCENDIO" O "ESPLOSIONE" - Per “Centrale Termica” si intende il locale che contiene l'impianto di produzione del calore quando la potenza termica complessiva è superiore a 35 kW.

La centrale termica alimentata a
gasolio si considera a “Maggior Rischio di Incendio”.

Quella alimentata a
gas naturale, può esser a rischio di esplosione ma non è immediato determinarlo, in quanto dipende dalla data di costruzione (Direttiva 90/936/CE – DPR n.661 nov.96), dalla pressione di esercizio del bruciatore (es. da 0,02 bar fino a 0,5 bar), dal tipo di apparecchi a gas (conformi al DPR 661/96 e/o promiscui), dall'impianto di adduzione e dal comando di emergenza, dall'efficace ventilazione del locale.

RIFERIMENTI LEGALI E NORMATIVI PER IL COMPARTO ELETTRICO:

  • Direttiva 90/936/CE (DPR 661/96).
  • DM 12/4/96
  • Guida CEI 31-35 IIa ed. variante V2 (fino al 30 marzo 2007) e IIIa ed.
  • Guida CEI 31-35/A (01-07-2007) Esempio GF-3 tab. GF-3.5.1
  • Norma CEI EN 60079-10
  • D.Lgs 233/03 (attuazione della direttiva ATEX 1999/92/CE).
  • Norma CEI 64-8/7. sezione 751
  • Norma CEI 64-8/5 art.528.2 (vicinanza tra condutture elettriche e altre condutture)

Ausilio Tecnico per forno e centrale termica

  • verifica degli impianti elettrici esistenti,
  • certificazione ai fini della Prevenzione Incendi,
  • progetto di adeguamento
  • progetto a nuovo dell'impianto elettrico.

Le caldaie murali domestiche solitamente sono inferiori a 35kW ma attenzione, che si sommano le potenze di più caldaie installate nello stesso "compartimento antincendio".

CPI - Se la potenza complessiva dei focolari è superiore a 116 kW (100.000 kcal/h), allora l'attività è anche soggetta al controllo dei Vigili del Fuoco e necessita del Certificato di Prevenzione Incendi (CPI); per ottenere il CPI le caratteristiche dei locali sono definite per Decreto (DM 12/4/96) e gli impianti devono esser realizzati come da norme tecniche; in tal caso la centrale termica si considera Maggior Rischio di Incendio e si esclude il Rischio di Esplosione.

DOMANDE


Torna ai contenuti | Torna al menu